Il diario di Bernd (pagina 4)


3. Nel mezzo di un bel niente – 12 Luglio 1974 


bernd_new_03

Il mio stomaco va sempre peggio, e inizio a pensare che non c’entri l’aria dell’Est. Forse sto solo soffrendo la macchina, e perché dovrei? La strada è tutta una buca e anche se viaggiamo alla velocità di crociera di una lumaca zoppa secondo me ci lasciamo una ruota da un momento all’altro.

E poi la musica, oddio la musica. Stamattina quando scopro che c’è l’autoradio sono felicissimo: povero ingenuo, non so a cosa vado incontro. Perché ha proprio ragione lo zio di Peter Parker quando gli dice che “da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Purtroppo mamma e zio Knut non hanno mai letto l’Uomo Ragno, ed è da stamattina che ascoltiamo tutto il repertorio di Freddy Quinn. Senza una pausa: uno come fa a digerire?

Tra l’altro non potremmo fermarci neanche volendo: dalla frontiera a qui non abbiamo ancora visto nemmeno l’ombra di una stazione di servizio. Solo campi, boschi e capannoni, un paesino per sbaglio e poi di nuovo campi, boschi e capannoni, campi, boschi e capannoni. Se finissimo la benzina sai che ridere? Meglio non pensarci, ora mi concentro e cerco di dormire un po’ altrimenti impazzisco, tanto fuori c’è un bellissimo niente di niente da vedere. Almeno quando arriviamo a Berlino sarò più sveglio che mai!

Precedente Successivo 

"Il diario di Bernd" table of contents

  1. Il diario di Bernd
  2. 1. La partenza - 12 Luglio 1974
  3. 2. Alla frontiera - 12 Luglio 1974
  4. 3. Nel mezzo di un bel niente - 12 Luglio 1974 
  5. 4. Arrivo a Gotham City - 12 Luglio 1974
  6. 5. Il collegio - 13 Luglio 1974
  7. 6. Il peso della cultura - 14 Luglio 1974
  8. 7. Tanti auguri Bernd - 15 Luglio 1974

0 commenti su “Il diario di BerndAggiungi il tuo →

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.